I fermenti lattici: le proprietà e i benefici che apportano all’organismo

I batteri lattici, meglio noti come fermenti lattici, sono un gruppo di microrganismi in grado di mantenere stabile l’equilibrio generale della flora batterica intestinale e dell’organismo. Prima di affrontare il discorso inerente ai fermenti lattici chiamati “probiotici” è bene fare una distinzione tra due tipi di batteri: probiotici e prebiotici. I probiotici sono batteri vivi che aiutano a ripopolare la flora batterica intestinale. Molto spesso si assumono quando si verifica una situazione di squilibrio intestinale. Aiutano infatti l’intestino a svolgere la trasformazione di cibo e l’assimilazione dei nutrienti. I prebiotici costituiscono il nutrimento dei probiotici, infatti, sono l’elemento che permette ai batteri di vivere e proliferare.

I fermenti lattici probiotici

I probiotici sono fondamentali per il buon funzionamento dell’intestino e di tutto l’organismo. Inoltre, aiutano a mantenere l’integrità e la permeabilità della mucosa intestinale, regolando il funzionamento del sistema immunitario intestinale. Rivestono un ruolo fondamentale nella battaglia contro i batteri non benefici, detti anche batteri patogeni.

Quando assumere i batteri lattici

Diventa utile assumere fermenti lattici quando c’è la necessità di ripristinare la flora batterica intestinale, in caso di un’alimentazione povera di fibre vegetali, in caso di diarrea ed in situazioni di cattiva digestione. Le principali cause che possono portare questi problemi sono un’alimentazione scorretta, un’assunzione non corretta di antibiotici ed una situazione di stress generale. Molto spesso, i fermenti lattici risultano essere ottimi alleati nei lunghi viaggi che prevedono un cambiamento dello stile di vita. Cambiando paese, mutano le temperature e cambia la nostra alimentazione. In questo modo, le capacità difensive si abbassano ed hanno bisogno di essere integrate.

Quali assumere?

In commercio si trovano molte tipologie di fermenti lattici differenti ed i migliori risultano essere quelli che includono più varietà di ceppi, i quali, lavorano in sinergia per ripristinare l’organismo con maggiore efficacia nel minor tempo possibile.

Rispondi